19/12/2014 agevolazioni nello sblocca italia per chi compra casa dal costruttore

news_untitled_0.jpg

Il mercato immobiliare è sicuramente quello che più di tutti sta risentendo fortemente della crisi economica. Le compravendite sono diminuite, le persone non hanno risorse abbastanza per acquistare e le banche fanno ancora fatica a concedere i mutui. Tutto questo ha causato grandi problemi ai privati, ma soprattutto ai costruttori che si ritrovano con moltissime abitazioni invendute e quindi poche prospettive per il domani. Ed è per questo motivo che il governo sta cercando di aiutare questo settore, e per tentare una svolta, ha approvato degli incentivi inserito nel cd. “Sblocca Italia”, uno dei quali è stata introdurre un'agevolazione fiscale a favore di chi acquista una casa da imprese di costruzione, a condizione che lo lochi per almeno 8 anni e che il canone di locazione rientri nel canone concordato, quindi determinato per legge. In questi casi, si ha il diritto ad una deduzione IRPEF del 20% se la spesa viene effettuata direttamente presso l'impresa costruttrice a più di 5 anni dalla realizzazione della casa (tetto massimo € 300.000,00 ed agevolazione da ripartire in 8 quote annuali, quindi per operazioni superiori ad € 300.000,00 vale € 7.500,00 annui.


Le condizioni per poter usufruire di tale beneficio sono:
- l'acquirente deve essere persona fisica;
- l'abitazione deve essere di nuova costruzione;
- la classe energetica deve rientrare nelle cat. “A” e “B”;
- l'atto di compravendita deve essere stipulato nel periodo che va 01/01/2014 al 31/12/2017.


Questo decreto vuole rilanciare il settore Edilizio stimolando sia le compravendite dal costruttore (che in questi casi smaltirebbero l'invenduto), sia le locazioni a canone concordato.


ESEMPIO
Acquisto casa € 400.000,00 con un Valore catastale di € 150.000,00
L'Imposta di registro in questi casi è il 9% calcolata su € 400.000,00 (chi compra dovrebbe pagare una tassa di € 36.000,00)
Con l'agevolazione del 20% su € 300.000,00 (massimale previsto), lo sconto teorico sarebbe di € 60.000,00
Tenendo presente che la tassa da dover pagare è di € 36.000,00, con lo sconto di € 60.000,00 si azzera completamente il pagamento dell'imposta.


N.B. si ricorda che l'acquisto di prima casa direttamente dal costruttore, ha già una tassazione agevolata. Se sono passati meno di 5 anni dalla costruzione, si paga un'imposta di € 200,00 applicando l'Iva al 10%.


Un incentivo simile è stato esteso anche a chi costruisce case su terreni già di sua proprietà avvalendosi di imprese specializzate: anche in questo caso il bene dovrà concesso in locazione una volta ultimata la costruzione, ed il parametro di riferimento per la deduzione, sarà rappresentato dai costi di costruzione che dovranno essere attestati dall'impresa che eseguirà i lavori.