05/08/2014 collaborare con i colleghi salvera' il mercato immobiliare

news_collaborazione_0.jpg

La solidarietà e la condivisione tra colleghi è fondamentale di questi tempi. CHI SI ISOLA PERDE.

Il mercato degli affitti è l'ancora di salvataggio per coloro che cercano una casa ma non possono comprarla, esempio le tante coppie che avendo poca liquidità sono costrette a locare. Anche chi è deciso per l'acquisto in realtà molto spesso rimanda o per lavoro a rischio o perché c'è un bebè in arrivo. Tempi addietro ci si indebitava fino ai capelli per comprarsi una bella casa, oggi invece ci si tiene ciò che si ha. C'è da dire però che si sono abbassati i prezzi con uno scarto del 15/20% tra la domanda e l'offerta.

Questi ultimi anni difficili hanno portato gli agenti immobiliari a lasciare la vecchia impostazione mentale, optando all'approccio collaborativo. Il collega deve esser visto come una risorsa perché non è una minaccia. Con la collaborazione si aderisce a piattaforme di condivisione…incontrare i colleghi, condividere esperienze, idee e strumenti a disposizione ci aiutano tanto. Oggi non si aspetta il cliente che arriva in ufficio, bensì bisogna andarseli a cercare lavorando sui contatti. Il mondo del lavoro ci offre l'opportunità di imparare ad interagire con mondi diversi. Una volta che si riceve la fiducia del cliente si può dire di avere un patrimonio: PORTALO A CASA E GESTISCILO BENE.

C'è stato un piccolo segnale di ripresa e alcune trattative fanno sperare anche se in primis si dovrebbe consolidare la certezza lavorativa, altrimenti si rimane in stallo. Alcuni proprietari di casa, piuttosto che tenersi un inquilino per pochi mesi, preferiscono tenersi le case vuote.

UN VECCHIO PROBLEMA ITALIANO? L'ITALIA E' UN PAESE CON PIU' PROPRIETARI DI CASA AL MONDO, SENZA ESSERE NEMMENO DISPOSTI A COMPROMESSI