LA FIGURA DEL MEDIATORE

LA FIGURA DEL MEDIATORE

L'accordo tra venditore e acquirente molto spesso si conclude con l'intervento di un'agenzia immobiliare. L'agente immobiliare è come ben sappiamo un mediatore tra chi vende e chi compra o chi loca e l'inquilino.


MEDIATORE (art. 1754 c.c.) – Figura che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare senza essere legato ad essi da rapporto di collaborazione, dipendenza o rappresentanza.


Alla figura del mediatore spetta una provvigione e perché nasca tale diritto, occorre un nesso di casualità tra l'attività di mediazione e la chiusura della trattativa, prova del quale si ha con la firma dell'incarico di vendita (contratto col quale il venditore autorizza l'agente a trovare il suo futuro acquirente, proponendo la sua abitazione). Al momento della visita del futuro acquirente, l'agente immobiliare fa firmare un apposito foglio di visita. Nel caso in cui la vendita andasse in porto, questi sono i documenti che attestano l'intervento di un mediatore avendo messo in relazione le parti contraenti.


La durata di un incarico di vendere va da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 12 mesi e può essere rinnovabile se il venditore lo ritiene opportuno. Con l'incarico in esclusiva un solo agente immobiliare può operare su quell'immobile. L'agente immobiliare è quella figura abilitata anche ad una corretta e veritiera valutazione dell'immobile, ed è autorizzato a promuovere lo stesso attraverso la pubblicità cartacea e/o interattiva. Inoltre è una figura obbligata alla stipula di una polizza assicurativa sulla responsabilità civile a copertura dei danni che possa cagionare alle parti o ad errori professionali.
Per avviare la trattativa l'agente immobiliare dopo aver accompagnato il potenziale acquirente a far visita sull'immobile, invita lo stesso in ufficio per la sottoscrizione di una proposta di acquisto: documento nel quale il proponente esprime la propria volontà di acquistare il bene a determinate condizioni sia economiche che temporali. Se entro 15 giorni essa viene accettata, il contratto si conclude e all'agente immobiliare va corrisposta la provvigione sia dal venditore che dall'acquirente (valore contrattato di volta in volta).


REQUISITI
L'agente immobiliare è tenuto all'iscrizione al Registro Imprese e al REA presso la Camera di Commercio, ovviamente dopo aver effettuato un corso ed aver superato un esame per l'abilitazione.
La modulistica sul quale lavora l'agente immobiliare deve essere depositata presso la camera di Commercio.



Condividi: